Nel 2017 ricorre il Bimillenario della morte di Publio Ovidio Nasone. A duemila anni dalla scomparsa del poeta a cui la città di Sulmona ha dato i natali, è stato allestito un ricco programma di eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Il Bimillenario Ovidiano racchiude le migliori proposte scientifiche e culturali, incentrate nello specifico della produzione ovidiana.

Letteratura, arte, musica, cinema, teatro, enogastronomia, editoria, mostre, musica, fotografia, convegni. Tanti gli aspetti di varia natura inseriti in una serie di iniziative che valorizzano luoghi, eccellenze, beni materiali e immateriali da sempre cari al poeta latino.

Una sorta di contenitore culturale che inaugura un percorso di valorizzazione di Ovidio e di Sulmona, inteso quale binomio inscindibile, da potenziare e promuovere a tutti i livelli, per l’acquisizione del senso di appartenenza tra i cittadini, da tradurre in preziosa occasione di promozione territoriale in chiave turistica. Nel nome di Ovidio.

VISUALIZZA IL CALENDARIO COMPLETO IN PDF

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Presentazione libro “Dal Ponto a Sulmona”

20 dicembre 2017 - 17:30

Presentazione del libro dei Professori Ilio Di Iorio e Stefania Di Carlo dal titolo “Dal  Ponto a Sulmona – Publio Ovidio Nasone “Epistulae ex Ponto” e “Tristia”.

Alla manifestazione interverranno il Sindaco di Sulmona, Anna Maria Casini, il Presidente del Consiglio, Katia Di Marzio, il Presidente di “Fabbricacultura”, Anna Berghella, la figlia del compianto Prof. Ilio DI Iorio, Gemma Di Iorio, l’Amministratore Pingue Conad, Fabio Spinosa Pingue, gli artisti Monticelli-Pagone, il Socio Deputazione abruzzese di Storia Patria, Fabio Maiorano, il Prof. Michele De Santis. Concluderà la coautrice del libro, la Prof.ssa Stefania Di Carlo. Moderatore e coordinatore dell’evento, il giornalista Franco Avallone,

Dal Ponto a Sulmona” è l’unico libro pubblicato nell’ambito del Bimillenario ovidiano e costituisce un “unicum” sia per la traduzione pregevolissima dello scomparso Prof. Ilio Di Iorio, che ha saputo tradurre il verso latino con una perfetta frase italiana, sia per i contenuti che la Prof.ssa Stefania Di Carlo ha dimostrato essere un elogio a Roma e a Sulmona. In particolar modo il libro mette l’accento sulla relegazione di Publio Ovidio Nasone che a causa di un “error” e di un “carmen” da poeta adulato e lusingato divenne “derelictus”. L’analisi della Prof.ssa Di Carlo tende, proprio, a evidenziare cosa si celi dietro a quell’ammissione di colpa ovidiana nonché l’importante opera di valorizzazione del grande poeta peligno dal 1958 (anno del bimillenario della nascita che vide come animatore del Convegno sulmonese, il Prof. Ettore Paratore) ai giorni nostri. La traduzione del Prof. Di Iorio sottolinea la sincerità, la cultura, la genialità, l’iporessia e l’anoressia di Ovidio nella Scizia minore.

Il volume esce grazie a un grande ammiratore di Ovidio, Fabio Pingue Spinosa, Amministratore di Pingue Conad (poiché molti sono i riferimenti nel volume alle eccellenze agro-alimentari della terra peligna). Egli ha voluto coinvolgere nell’iniziativa anche il Prof. Michele De Santis, autore dei medaglioni dedicati a Ovidio, gli artisti Monticelli e Pagone autori dell’immagine di retrocopertina, il Sig. Fernando La Civita del “Borgo Pacentrano” per la fotografia della statua sulmonese di Ovidio.

Alla presentazione interverranno, oltre al Sindaco e il Presidente del Consiglio comunale di Sulmona, anche la Dott.ssa Gemma Di Iorio e il Dott. Fabio Maiorano con un ricordo del latinista, recentemente scomparso, autore di cinque articoli su Ovidio, amico e apprezzato da studiosi di fama mondiale. Ilio Di Iorio di cui parleranno anche Anna Berghella, la Prof.ssa Caterina Fantauzzi e il giornalista Avallone ha dato lustro alla città di Sulmona e al mondo intero come uomo di cultura e di umanità, sicché a lui ben si addice quanto dice Orazio in Odi, III, 30:  “Non omnis moriar multaque pars mei/vitabit Libitinam: usque ego postera crescam laude recens” (“Non morrò del tutto, gran parte di me eviterà Libitina: io crescerò continuamente giovane per la lode dei posteri”).

Da oltre venti anni la stretta collaborazione di Ilio Di Iorio e Stefania DI Carlo ha prodotto più di 14 volumi a stampa sull’opera di Celestino V (editi dal Circolo Culturale SpazioArte dell’Aquila che attualmente espone le opere degli artisti di Verdelais, ovvero un omaggio a Ovidio nella sede della Regione Abruzzo nell’ambito del calendario natalizio dell’Amm.me Comunale dell’Aquila), articoli scientifici su Sant’Equizio amiternino e San Massimo, apprezzati dai Pontefici Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, Francesco nonché da esponenti di spicco della Sancta Romana Ecclesia.

Dettagli

Data:
20 dicembre 2017
Ora:
17:30

Luogo

Spazio Pingue
Via Lamaccio 2
Sulmona, 67039 Italia
+ Google Maps