Nel 2017 ricorre il Bimillenario della morte di Publio Ovidio Nasone. A duemila anni dalla scomparsa del poeta a cui la città di Sulmona ha dato i natali, è stato allestito un ricco programma di eventi di rilevanza nazionale e internazionale. Il Bimillenario Ovidiano racchiude le migliori proposte scientifiche e culturali, incentrate nello specifico della produzione ovidiana.

Letteratura, arte, musica, cinema, teatro, enogastronomia, editoria, mostre, musica, fotografia, convegni. Tanti gli aspetti di varia natura inseriti in una serie di iniziative che valorizzano luoghi, eccellenze, beni materiali e immateriali da sempre cari al poeta latino.

Una sorta di contenitore culturale che inaugura un percorso di valorizzazione di Ovidio e di Sulmona, inteso quale binomio inscindibile, da potenziare e promuovere a tutti i livelli, per l’acquisizione del senso di appartenenza tra i cittadini, da tradurre in preziosa occasione di promozione territoriale in chiave turistica. Nel nome di Ovidio.

VISUALIZZA IL CALENDARIO COMPLETO IN PDF

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Conferenza “Ovidio e l’identità di Corinna. Dagli Amores all’Ars amatoria”

27 ottobre 2017 - 17:00 / 20:00

 La Commissione Organizzatrice di Ovidio 2017 assieme all’Associazione di Ricerca Europa Sulmona, che ha di recente assunto quale intera denominazione “Ares Antonio Pelino” in onore del suo primo scomparso Presidente, ha allestito la rassegna “L’AltrOvidio. Contributi moderni su tematiche senza tempo”, consistente in una serie di conferenze svolte da esponenti del mondo della cultura italiana su temi che, partendo dalla figura e dall’opera di Ovidio, trattino di temi estremamente inclusivi. In questo caso è il seguente:

 “Ovidio e l’identità di Corinna. Dagli Amores all’Ars amatoria”

 – Relatore: Lorenzo Braccesi – Università di Padova

 – L’ovidiana Ars amatoria è un poemetto di fronda verso la politica moralizzatrice del regime, anzi l’unica opera di aperta contestazione alla politica augustea che sia giunta fino a noi. Chi proteggeva il poeta? Scoprendo l’identità di Corinna, la donna da lui celebrata negli Amores, lo scopriremo.

 – Lorenzo Braccesi è stato ordinario di storia greca negli atenei di Torino, di Venezia e di Padova. Si è impegnato su tre interessi di fondo: colonizzazione greca e sue aree periferiche, ideologia e propaganda nel mondo antico, eredità della cultura classica nelle letterature moderne. Ha al suo attivo oltre trecento contributi di ricerca e ha pubblicato con i principali editori italiani. I suoi ultimi saggi, editi dalla Laterza, sono: I tiranni di Sicilia (1998); I greci delle periferie (2003); Sulle rotte di Ulisse (2010); Giulia, la figlia di Augusto (2012). Ha fondato e condirige il periodico “Hespería, Studi sulla grecità di occidente” (1990 sgg.).

Dettagli

Data:
27 ottobre 2017
Ora:
17:00 / 20:00

Organizzatore

Associazione ARES “Antonio Pelino”
Sito web:
https://www.facebook.com/search/top/?q=associazionearesantoniopelino

Luogo

Piccolo Teatro di Via Quatrario
Via Giovanni Quatrario
Sulmona, Italia
+ Google Maps