Ovidio unisce Roma e Sulmona

Pubblicato il Pubblicato in Notizie
Nasce il primo progetto integrato nell’ambito delle celebrazioni del Bimillenario Ovidiano, in sinergia tra Sulmona, dove il sommo poeta nacque, e Roma, in cui visse.
Nella Sala della Protomoteca in Campidoglio si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori delle diciotto edizioni del Certamen Ovidianum Sulmonense, a cui hanno partecipato il sindaco del Capoluogo peligno, Annamaria Casini, l’assessore regionale Andrea Gerosolimo, il professor Raffaele Giannantonio, responsabile della Commissione organizzatrice “Ovidio 2017” e la dirigente scolastica del Polo Umanistico Caterina Fantauzzi, alla presenza del vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, il quale ha fatto gli onori di casa, e dell’assessore alla scuola Laura Baldassarre, che ha concluso i lavori definendosi emozionata.
Secondo il sindaco Casini “è stata una manifestazione importante, in cui sono stati coinvolti i licei romani in iniziative incluse in ‘Ovidio 2017’. Abbiamo avuto l’occasione di unire finalmente le tre città di Sulmona, Roma e Costanza, con l’intenzione di proseguire questo connubio e mettere in campo altri eventi in sinergia. Gli amministratori romani hanno annunciato di voler venire nella patria di Ovidio”.
Il sindaco Casini ha chiesto, inoltre, agli assessori capitolini di recepire la sentenza di assoluzione del poeta esiliato in terra romena, dando seguito al processo che fu realizzato a Sulmona nel 2012 e formalizzato all’epoca nell’aula consiliare di Palazzo San Francesco. Secondo l’Assessore regionale Gerosolimo il legame suggellato tra Sulmona e Roma “è un elemento importante che, dopo la visita istituzionale del Capo dello Stato a Sulmona, contribuisce non solo ad impreziosire le celebrazioni del Bimillenario che la Regione Abruzzo continuerà a sostenere, ma apre ad opportunità finalizzate al rilancio del territorio facendo leva sulla cultura”.
Il “Galà del Certamen” è stato, poi, impreziosito dalle Letture Ovidiane, presentate dalla docente peligna Caugno, in cui i protagonisti sono stati gli studenti dei licei di Sulmona e di Roma, con la partecipazione straordinaria dell’attore Edoardo Siravo, sulle note del musicista Davide Cavuti e della docente sulmonese Sabrina Cardone al piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *